mercoledì 7 marzo 2007

Cosa ne pensi del processo di consultazione?

Le consultazioni nazionali hanno lo scopo di avviare il dibattito nazionale sui sei temi dello Youth Summit, definire la posizione italiana sui temi stessi e di designare quattro i membri della delegazione italiana all'evento europeo di Roma
In Italia le consultazioni nazionali sono state organizzate in due momenti distinti, ma consequenziale l'uno all'altro.
A livello inter-regionale sono stati organizzati 11 eventi: vi hanno partecipato centinaia di giovani (in età compresa tra i 18 e 30 anni), in rappresentanza di organizzazioni giovanili, consigli e consulte locali, oppure semplicemente interessati ad incontrare coetanei per discutere i temi dello Youth Summit.
Il programma degli eventi è stato incentrato su gruppi di lavoro che hanno analizzato i documenti relativi ai temi dello Youth Summit e hanno prodotto, a loro volta, documenti finali in ciascun evento, a riassunto della discussione tra i partecipanti.
Da ciascun evento sono stati quindi designati 2 giovani che, venerdì 9 e sabato 10 marzo, prenderanno parte all'evento nazionale.
L'evento nazionale ha visto la partecipazione dei 22 portavoce degli eventi inter-regionali e di 5 rappresentanti designati dal Forum Nazionale dei Giovani: il programma dell'evento è stato simile a quello degli eventi inter-regionali, con l'idea di definire il documento nazionale sui sei temi dello Youth Summit.
Infine, l'evento nazionale ha designato quattro dei sei membri della delegazione italiana allo Youth Summit.
------------------
Questo processo di consultazione "dal basso" riprende il metodo del "dialogo strutturato" proposto dalla Commissione Europea.
Ritieni che il metodo utilizzato sia idoneo a garantire una efficace consultazione a più livelli?
Se hai partecipato agli eventi locali, raccontaci la tua esperienza!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Il processo di consultazione, a mio parere, esprime al meglio ciò che è a fondamento di ogni democrazia, ossia la partecipazione diretta dei cittadini; in particolare nella stesura di una Costituzione per l'Europa è di fondamentale importanza che i giovani di oggi ne accompagnino il processo consultivo perchè un domani saranno loro a "vivere" l'Europa. Inoltre la presenza di una Costituzione metterà a loro disposizione tutti gli strumenti necessari per migliorare l'Unione.

Matteo - ventenne! - Bologna ha detto...

Le modalità del processo di consultazione, a mio parere, hanno mostrato un nobile tentativo di democrazia davvero partecipata. La selezione avvenuta per candidature e per estrazione hanno, infatti, assicurato la massima imparzialità possibile, al contrario del metodo delle "nomine".
Tuttavia, mi permetto di evidenziare un dato: la presenza preponderante di giovani già impegnati in realtà associative (che rappresentano, in Italia, una minoranza) ha evidenziato che, in alcuni casi l'informazione rigardante gli eventi regionali è rimasta circoscritta fra realtà di giovani già informati.
In ogni caso, questo primo esperimento si è sicuramente rivelato un "buon inizio" e mi auguro che i sistemi di rappresentanze, per lo meno giovanili, prendano in futuro questo modello ad esempio.

Anonimo ha detto...

Il processo di consultazione è sicuramente un ottima possibilità di partecipazione concessa ai giovani. Tuttavia molto deve migliorare nel processo di selezione per la partecipazione alle fasi successive: l'ESTRAZIONE non risponde certo a criteri di democraticità o rappresentanza, ma è sembrata la soluzione più facile e veloce per la selezione. Per futuri eventi consiglio che i partecipanti abbiano la possibilità di ELEGGERE i loro rappresentanti, come previsto in ogni consultazione nei paesi democratici. Solo questo sistema permette a ciascuno di sentirsi rappresentato e legittima seriamente l'eletto. E' deplorevole aver sentito alla fase nazionale frasi del tipo: "all'evento inter-regionale c'erano persone molto più capaci e motivate di me, ma sono stata estratta!! ...sono qui per caso!!"

Angela - Molfetta ha detto...

Sono daccordissimo con l'anonimo del 12 marzo!"
Scegliere i rappresentanti x estrazione non è un metodo dei + lodevoli.
Durante le consultazioni si sono riuniti giovani di grande intelligenza e spessore morale: la cosa migliore sarebbe stata consentire l'elezione dei propri rappresentanti.
Speriamo di far meglio il prossimo anno! Io conto di esserci ancora!

Anonimo ha detto...

volevo replicare (in maniera abbastanza pacifica) il 3^ intervento..non per altro, quella frase (assai distorta) penso sia uscita dalla mia bocca ma con diverso significato.
l'unica cosa che io intendevo dire era che il "PER CASO" si riferiva, non al fatto che a me non fr*gasse (scusate il termine) dell'evento, quanto al fatto che nella mia scuola la circolare che ne parlava non è stata manco letta..quindi è STATO UN CASO che io l'abbia letta e me ne sia INTERESSATA DA SOLA.
mi dispiace se poi le mie parole sono state fraintese.
per il resto non ricordo di aver detto altro, persone più capaci di me ce ne sono di sicuro e ce ne saranno sempre..ma non è colpa mia se la selezione è avvenuta tramite sorteggio, io di sicuro penso di essermi impegnata per quanto possibile nelle mie capacità..del resto tutti i partecipanti a roma sono stati estratti, non vedo perchè il fatto che io l abbia detto abbia creato tanto sgomento.
mi dispiace se qualcuno se la sia presa (non capisco ancora per cosa) ma si è tanto parlato di sentire un unione tra noi, e questa si rivela anche dall'essere contenti per gli altri e offrire una mano anche quando non si partecipa direttamente, cosa che a quanto pare non da tutti viene fatta...
poi che ognuno pensi quello che vuole perchè ognuno è libero di farlo, l'unica cosa che chiedo con gentilezza è di non traviare altre parole o frasi dette e anzi di cercare la persona interessata per chiarire e discutere.
elisabetta (io almeno mi firmo)

Anonimo ha detto...

salve, faccio parte di un'Associazione Europea. Vorremmo collaborare per L'anniversario del 25 Marzo, anche organizzando qualcosa nella nostra città.
Inoltre, vorrei sapere se possiamo aderire ad altri eventi e collaborare.

Grazie

Matteo - Ventenne! - Bologna ha detto...

un po' più preciso, no eh? Che associazione, fare cosa, dove, perchè, come ti chiami...(facciamo basta con tutti sti anonimi?se ci si vuole mettere in gioco, farlo fino in fondo per piacere!)
scusa se sn stato brusco, ma ci voleva...

iosonoeuropeo ha detto...

Sono d'accordo con Matteo, sarebbe opportuno evitare l'"anonimato" perchè quando poi i messaggi aumentano diventa un casino ricostruire chi ha detto cosa a chi ecc... e poi è così freddo e formale...

Riguardo alla "polemica" sull'esserci per caso, secondo me non vale la pena scaldarsi per cose così piccole, che si risolvono con un semplice chiarimento. Teniamo presente che lo strumento "blog" ha il difetto che il fraintendimento è sempre dietro l'angolo e già si è visto.


RAGA, MA CHI E' CHE HA INTENZIONE DI ANDARE A ROMA IL PROSSIMO WEEKEND per la festa (non x lo youth summit)?!?! Fate riferimento alla pagina http://www.fmeu.altervista.org/involved/presentation3.html